Plum- cake feta, pesto e pinoli.

Plum- cake feta, pesto e pinoli.

Dovrei parlarvi subito della ricetta, di questo plum- cake feta, pesto e pinoli veramente delizioso ma prima voglio raccontarvi qualcosa.

L’arrivo di una macchina nuova dovrebbe essere fonte di gioia e piacere.

Sarebbe così se io non fossi completamente negata per la tecnologia e la macchina in questione fosse appena più semplice di uno Space Shuttle.

Marito accusa costantemente la mia mancanza di dimestichezza con l’elettronica, mi ha accusato di questo anche qualche sera fa quando, messa via la spesa, volendo portare la macchina sul retro di casa, questa non sganciava il freno (automatico) di stazionamento ( il freno a mano che non è più a mano insomma).

Dopo aver provato più volte ho rinunciato e chiamato Andrea, appena è sceso ci siamo messi in macchina, io alla guida, e la macchina… È partita.

Andrea si è fatto grosse risate, dicendomi che sicuramente avevo sbagliato chissà cosa.

Questo incidente non accade più, lotto quotidianamente con Android auto quando ho la pretesa di metter il navigatore e al contempo ascoltare la musica ma tutto scorre.

Fino a venerdì.

Venerdì ci prepariamo per scendere a Rimini, facciamo le borse e Andrea dice: ” porto la macchina davanti così carichiamo tutto poi corriamo a prendere Lore a scuola”.

Va a prendere la macchina e… Non si stacca il freno.

Prova, riprova, non riesce, chiama in Jeep, sono tutti in pausa pranzo tranne una ragazza che gli dice: “se non si muove l’unica è chiamare il carro attrezzi”.

Nel frattempo Lorenzo stava per uscire da scuola, i nonni non potevano prenderlo, chiama la scuola, cerca il papà di un compagno che ci ha salvato le chiappe portandolo poi a casa sua…

Chiamiamo il carro attrezzi.

Mentre aspettiamo, incacchiati come pantere, mio marito ritenta senza successo.

Vedo arrivare il carro attrezzi, controllo mentre questo fa retromarcia nel vialetto esterno per entrare da noi e nel mentre arriva Andrea…

CON LA MACCHINA.

Miracolo? No, in un momento di lucidità ha guardato il libretto di istruzioni che spiegava come sganciare manualmente il freno ( cosa che aveva comunque tentato ma senza successo).

Salutato il carro attrezzi, ben felice di guadagnare senza dover praticamente lavorare, ci mettiamo in macchina.

Recuperiamo Lorenzo, partiamo, ci fermiamo comunque in Jeep per un altro motivo e soavemente il ragazzo ci dice: ” eh ma il freno automatico non si sgancia mai se non metti la cintura!”.

Scriverlo da qualche parte no, eh?

È anche giusto e sensato, non si guida senza cinture e noi non manchiamo mai di metterle ma per spostare la macchina all’interno del cortile di casa non abbiamo pensato minimamente di allacciarle.

Ora però marito ride meno delle mie défaillances tecnologiche.

Passiamo a parlare della ricetta: un must in casa da molti anni, perfetta per pic- nic, feste, buffet; è facile e velocissima, si mantiene bene e si può anche congelare.

La ricetta era sul vecchio blog, non l’ho mai ripostata per mancanza di foto; ho recuperato e adesso potete godervi questo plum- cake morbido morbido.

Print Recipe
Plum- cake feta, pesto e pinoli.
Istruzioni
  1. Setacciate farina e lievito, in una ciotola a parte battete le uova con il latte, l'olio e il Parmigiano. Unite gli ingredienti liquidi alla farina cercando di non fare grumi. Aggiungete la feta a cubetti e metà dei pinoli precedentemente tostati in un padellino.
  2. Aggiungete all'impasto il pesto a cucchiaiate senza amalgamarlo completamente, versate il tutto in uno stampo da plum- cake e decorate coi pinoli restanti.
  3. Cuocete in forno già caldo a 180°C per circa 25- 30 minuti. Aspettate che sia completamente freddo prima di tagliarlo.
Recipe Notes

Si può congelare, basta passarlo in forno qualche minuto dopo scongelato per farlo tornare perfetto.

Plum- cake feta, pesto e pinoli.

Comments

Be the first to comment.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>