Sbrisolona mantovana/ Sbrisolona, crumble cake from Mantua.

Sbrisolona mantovana.

Sbrisolona mantovana

Finalmente è venerdì, più ci si avvicina alle vacanze più il tempo sembra non passare mai.

Per puro masochismo ho deciso che domenica accenderò il barbecue per far morire in gloria una superba fiorentina presa dal mio macellaio di fiducia, Stefano de La Macelleria Bottega.

Sto pensando di compensare questa botta di calore prendendo una bella vaschetta di gelato invece che preparare un dolce a casa ma vedremo, ogni piatto non cucinato è un post in meno e io saprei benissimo cosa fare. 😉

La torta che propongo oggi è un antichissimo caposaldo della cucina mantovana, una torta povera a base di farina bianca e di mais e strutto, arricchita poi alla corte dei Gonzaga con zucchero, frutta secca e spezie.

La sbrisolona è una torta che adoro, ne mangerei tonnellate; è facile e veloce ma se pensate di offrirla come fine pasto pensate all’eventualità di abbinarci una crema o una mousse o magari del gelato per ovviare al fatto che è molto asciutta.

In alternativa è ottima con un buon tè o un meno sofisticato, ma altrettanto delizioso, bicchiere di latte.

Sbrisolona mantovana
Serves 12
La classica sbrisolona mantovana.
Write a review
Print
Ingredients
  1. 200 gr farina di mandorle
  2. 250 gr farina 00
  3. 150 gr farina di mais fioretto (ovvero macinata fine)
  4. 200 gr zucchero
  5. 120 gr burro
  6. 100 gr strutto
  7. 2 rossi uovo
  8. 1/2 limone, scorza
  9. i semi di mezzo baccello di vaniglia
per decorare
  1. zucchero semolato
  2. nocciole tritate grossolanamente
Instructions
  1. Nel frullatore con le lame o le pale in plastica se le avete mettete le mandorle, la scorza di limone, la vaniglia e i tuorli.
  2. fate andare un minuto poi aggiungete le farine, il burro, lo strutto e lo zucchero.
  3. Fate andare ancora le lame, se non disponete di frullatore potete mescolare tranquillamente con le dita.
  4. L'impasto non deve venire liscio e omogeneo ma granuloso e che si sbriciola: in uno stampo fate uno strato omogeneo ma non troppo alto (circa 3 cm) di impasto buttandolo dentro a briciole grosse, sopra spargete lo zucchero semolato senza esagerare e le nocciole tritate.
  5. Infornate a 180°C per circa un'ora, la torta deve essere ben cotta.
  6. Potete tagliarla con un coltello, come il nome suggerisce è normale che si sbricioli e che i pezzi tagliati non risultino regolari.
  7. E' una torta molto secca che si conserva molto bene conservata in un contenitore ermetico.
Notes
  1. La dose qui proposta è molto abbondante, vengono due stampi da 24 cm di diametro.
  2. Potete dimezzarla o congelare metà dell'impasto ancora crudo in un sacchetto e cuocerlo successivamente.
La Mora Romagnola https://www.lamoraromagnola.it/

Sbrisolona mantovana.

 

Comments

  1. Leave a Reply

    tizi
    11 luglio 2016

    la sbrisolona è un classico che non annoia mai! e in estate ne basta una fettina in accompagnamento al gelato per avere un dessert super che mette d’accordo tutti 😉

    • Leave a Reply

      La Mora Romagnola
      11 luglio 2016

      Puoi dirlo forte Tiziana! Ma è meglio se non ci penso oggi è lunedì e si torna a regime alimentare, piango! 😀

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>