Cassoni con plokkfiskur islandese/ Piadina turnovers with Icelandic plokkfiskur.

Logo-Happy-iFood

SCROLL DOWN FOR ENGLISH POST.

 

Questa è la seconda ricetta per lo street food contest di iFood, un cassone (o cascione se preferite) ripieno di baccalà mantecato alla maniera islandese.

La Romagna incontra l’Islanda, più fusion di così non si può!

E’ un mix che aleggiava già da mesi nelle menti malate mia e della mia inseparabile compagna di misfatti culinari Elisabetta: entrambe siamo romagnole (io solo acquisita ma ormai sono quattordici anni…) ed entrambe amiamo il freddo e il profondo nord e l’Islanda è la nostra nazione feticcio.

La ricetta della piadina l’avevamo, quella del plokkfiskur anche grazie a un libro souvenir che Betta mi ha portato dalla sua ultima vacanza.

Ho solo aggiunto briciole di bacon affumicato croccante per rendere più interessante e varia la consistenza e perchè il bacon è bacon e sta sempre bene su tutto, come il nero.

Questa contaminazione fra due realtà, una ben conosciuta e familiare e una lontana ha dato forma a un progetto un po’ folle e impegnativo ma molto creativo.

Ve lo avevo preannunciato nello scorso post ed è ora che sveli il mistero: si tratta di un ” giro del mondo in ottanta cassoni”.

Non posso giurare saranno davvero ottanta ma contiamo, nel tempo, di creare abbinamenti fra uno dei capisaldi della Romagna a base di pasta di piadina e ripieni ispirati a diversi paesi, provarli, metterli a punto, fotografarli e postarli a beneficio dell’umanità o più semplicemente dei golosi come noi.

Probabilmente il prossimo appuntamento sarà dopo le ferie estive perchè  qui a Bologna, come mi par di capire in tutta Italia, le temperature sono veramente tremende e il caldo non darà tregua ancora per molto; cucinare è davvero impegnativo, nella normalità casalinga andiamo avanti a insalate e piatti freddi ma ho in ballo una collaborazione che prevede dieci ricette da cuocere al forno e devo tassativamente farle in queste settimane: per quanto io ami cucinare è un’impresa ardua.

Veniamo a questi cassoni: l’impasto e la preparazione della piadina sono descritti nel primo post pubblicato sulla nuova versione del blog, ovviamente non dovete cuocerla ma formare dei dischi da farcire col plokkfiskur, chiudere e sigillare e infine cuocere.

Qui nella scheda maggiori dettagli per l’assemblaggio assieme alla ricetta del baccalà.

Cassoni ripieni di plokkfiskur con briciole di bacon.
Serves 8
Fragrante impasto di piadina ripieno di baccalà mantecato e briciole di bacon.
Write a review
Print
Ingredients
  1. 30 gr burro
  2. 2 cucchiai farina
  3. 380 ml latte intero
  4. 1/2 cipolla bianca tritata
  5. 500 gr patate tagliate a fette sottili con la mandolina
  6. 300 gr stoccafisso già dissalato e pronto per la cottura
  7. 130 gr bacon affumicato in dadini o listarelle
  8. sale fino secondo necessità
  9. pepe nero macinato a piacere
Instructions
  1. Fate passire la cipolla nel burro senza farla dorare, aggiungete la farina e stemperate fino a non avere grumi.
  2. Aggiungete il latte, mescolate, portate quasi a bollore e mettete nel tegame anche lo stoccafisso spezzettato con le mani e le patate.
  3. Lasciate cuocere a fuoco lento mescolando ogni tanto finchè le patate saranno morbide, quasi disfatte e il latte si sarà ridotto abbastanza da avere un impasto cremoso; aggiustate di sale e aggiungete pepe nero secondo il vostro gusto e lasciatelo raffreddare completamente.
Assemblaggio dei cassoni
  1. Rosolate in un padellino il bacon fino ad averlo ben abbrustolito e croccante.
  2. Scolatelo dal grasso e tamponatelo con carta assorbente poi tritatelo con un mixer fino ad avere delle briciole.
  3. Mettete sul fuoco una padella piatta col fondo spesso e stendete col mattarello la prima pallina di impasto, cospargetela di briciole di bacon e fatele aderire con le mani.
  4. Rigirate il cerchio di pasta, disponete al centro una generosa quantità di plokkfiskur e chiudete a mezzaluna facendo aderire i due lembi schiacciandoli coi rebbi di una forchetta, punzecchiate leggermente la parte ripiena per permettere all'aria intrappolata di uscire.
  5. Eliminate eventuali eccessi di impasto con una rotella per sfoglia e mettete il cassone sulla padella già calda.
  6. Ripetete fino ad esaurimento impasto.
  7. Cuocete 3-4 minuti per lato abbassando la fiamma e controllando che non si brucino.
Notes
  1. Vanno serviti caldi o al massimo tiepidi.
Adapted from Icelandic Food and Cookery
Adapted from Icelandic Food and Cookery
La Mora Romagnola https://www.lamoraromagnola.it/

 

cassoni

 

book

This is the second recipe for iFood street food contest: a cassone (turnover made of piadina dough) filled with plokkfiskur, cod fish creamed the Icelandic way.
Romagna meets Iceland, it can’t be more fusion!
This mix has been in the air for a while because I and my best friend and kitchen mate Elisabetta have a crush for piadina as we come from Romagna and a crush for Iceland because both love cold places and the great North.
Of course we already had the recipe of piadina dough (it has been the first post of the new blog) and we had the plokkfiskur recipe from a book Betta brought me as souvenir from her latest holiday in Iceland.
I only added crumbled smoked bacon to give a crunchy touch and because bacon is bacon and it’s like a little black dress: it matches with everything. 🙂
This fusion between two realities, one so familiar and well known and one far away gave birth to a very demanding project but also very creative.
I was touching on it in my latest post and it’s time now to tell more: it’s an ” around the world in eighty cassoni” thing.
I can’t swear they will be actually eighty but we want, step by step, to create turnovers filled with ingredients that match different countries and their distinctive features.

We want to design them, try them, improve them then post and share them for the humanity’s sake or, at least, for the joy of foodies out there.
I’m pretty sure next rendezvous will be after holidays because here in Bologna and everywhere in Italy summer is hitting hard and the weather is hot, we reach 40°C/ 104°F almost every day and cooking is a great suffering.
Daily we try to go on with salads and cold dishes but I’m running a partnership for the blog that involve ten baked recipes and I have to do them in the scheduled time: it’s really hard even if I love what I do.
Let’s come back to cassoni: in this post you can find recipe and directions to make the dough, of course you don’t have to cook it but you have to spread it round shaped then fill it and seal with a fork before cooking.

Piadina turnovers with Icelandic plokkfiskur
Serves 8
Piadina turnover with Icelandic creamed stockfish and bacon.
Write a review
Print
Ingredients
  1. 1 oz. butter
  2. 2 tabsp. flour
  3. 1/2 white onion
  4. 18 oz. potatoes
  5. 10.5 oz. salted cod desalinated
  6. 13 oz. whole milk
  7. 4.5 oz. crumbled smoked bacon
  8. salt if needed
  9. black pepper to taste
Instructions
  1. Sautè the onion diced in small pieces with butter, add flour and dissolve it untill you have no lumps.
  2. Add milk, bring it to boil, reduce heat and add crumbled cod fish and sliced potatoes.
  3. Cook untill you have a creamy mix and potatoes are tender.
  4. In a pan toast bacon untill very crunchy, let it cool and crumble it with a mixer.
  5. Spread a ball of piadina dough about 1.5 oz. stick some bacon crumbles on one side pressing with finger, turn the round of dough upside down and put a generous spoonful of plokkfiskur in the centre.
  6. Close the dough folding it like a semi circle and seal edges with a fork or fingers ( you can brush a little water to better seal dough).
  7. Cook on a hot skillet for 4-5 minutes on each side.
Notes
  1. Serve hot or warm.
Adapted from Icelandic Food and Cookery
Adapted from Icelandic Food and Cookery
La Mora Romagnola https://www.lamoraromagnola.it/

 

Comments

  1. Cassoni di segale con ripieno inglese/ Rye flatbread turnovers with English filling. - […] i cassoni islandesi, il mio primo esperimento, quelli francesi e quelli americani oggi approdiamo in […]
  2. Piadina turnovers with German filling. - […] did the Icelandic ones, the French ones, the English ones, I’m working on Dutch ones and today I’m posting…

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>