Ristorante Veratti, Crespellano (Bo).

Recensioni | 30 Giugno 2016 | By

Veratti ristorante crespellano

Le nostre scorribande per locali bolognesi dopo la lunga pausa dovuta a un bambino non in età da lunghe cene fuori sono finalmente ricominciate.

Da qualche mese in compagnia di Lorenzo o senza di lui proviamo ristoranti nella zona: quello di cui vi parlo oggi, il ristorante Veratti, è una scoperta recente, una scoperta di quelle che fanno bene al cuore.

Lo chef è giovanissimo e pieno di talento, viene da numerose esperienze di rilievo e da poco ha iniziato la sua personale avventura con un piccolo ristorante tutto suo.

Mi sembra molto giusto sostenerlo nell’impresa, potrei dire che, come al solito, non ho interessi personali nelle recensioni che scrivo ma mangiare molto bene molto vicino casa temo sia un pressante interesse personale.

La nostra prima visita è stata di venerdì sera, abbiamo assaggiato diversi piatti dal menu base, fra questi degli ottimi passatelli con crema di Parmigiano e tartufo nero e degli stupendi tortelloni di ricotta e prezzemolo con maracuja, pecorino di Pienza, miele d’acacia e pepe nero (vedete entrambi nella prima foto).

Come secondo un sontuoso filetto al tartufo seguito da una crema catalana e da un millefoglie alla crema.

Tutte le portate sono state accompagnate da calici di vino abbinati dallo chef, per finire devo sottolineare l’ottimo liquore al caffè della casa.

Dato che il locale è piccolo e situato in un paese di dimensioni modeste la chiave del successo è il proporre cose diverse e offrire un servizio quanto più possibile su misura: il ristorante Veratti lo fa.

Abbiamo atteso tanto ad andare perchè aspettavamo di essere senza Lorenzo perchè in menu non ci sembrava ci fossero piatti adatti a lui ma parlando con la premurosa signora in sala ora sappiamo che un piatto di pasta, magari tagliatelle (tirate da loro ça va sans dire) al ragù, si rimedia sempre, così come affettati e tigelle che ai bimbi piacciono sempre.

verattitile2

Il martedì è serata “deep sea” ovvero crudo di pesce, catalana di crostacei, bistecche o tataki di tonno, fritto di gamberi e calamari.

Siamo andati ieri sera a provare il pesce uscendo eccezionalmente in una sera infrasettimanale: è stata un’esperienza a dir poco felice.

Abbiamo preso, nell’ordine:

4 ostriche

2 scampi

2 gamberi rossi

tutto crudo, freschissimo, eccezionale

una catalana di crostacei con aragosta, scampi e gamberi e le classiche verdure, ottima

tataki di tonno coi pomodorini, eccellente

fritto misto, commovente

crema catalana, sempre molto buona

millefoglie alla crema, e che crema!

il pasto accompagnato da acqua e tre calici di vini diversi a testa, due caffè e i liquori 105 euro.

Decisamente onesto, specialmente per la media dei ristoranti bolognesi.

 Il mercoledì è dedicato alla serata chef to barman con un barman a disposizione e un buffet dal quale attingere a piacere, non abbiamo ancora partecipato a questa serata ma contiamo di farlo nelle prossime settimane, è comunque possibile cenare alla carta all’interno del locale.

Ci andremo con Lore che, abituato sin da piccolo agli happy hour, viene amichevolmente chiamato dai parenti bimbo aperitivo.

 

veratti8-horz

Comments

Be the first to comment.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>